Imprese: decolla distretto produttivo ‘pilota’ Sicilia-Tunisia

(AGI) – Palermo, 26 lug. – Un incubatore per la nascita del primo esempio pilota di distretto transfontaliero italo-tunisino. E’ il risultato del progetto Dasf che ha lanciato il distretto produttivo composto da Pmi del settore artigianale localizzate nei territori di Ragusa, Trapani, Agrigento, Bizerte, Ariana, Manouba, Nabeul e Tunisi. E’ stato dotato di un patto di sviluppo triennale e di una forma organizzativa condivisa. Una piattaforma tecnologica avanzata mette in collegamento gli associati tra di loro e il distretto con i mercati globali consentendo di massimizzare l’efficienza delle catene di fornitura e dei canali di commercializzazione. Le eccellenze produttive sono state legate allo sviluppo turistico dei loro territori tramite la creazione di pacchetti turistici integrati che prevedono la visita congiunta di siti di interesse e delle aziende. Il progetto Entrepart, invece, attraverso azioni di ricerca, animazione territoriale, comunicazione e assistenza, ha realizzato 22 programmi di scambio e di affiancamento tra imprese tunisine e siciliane per la condivisione di buone prassi di gestione e produzione, trasferimento di know how, business skills. Al termine dell’intervento progettuale 16 imprenditori tunisini e altrettanti siciliani hanno identificato concrete opportunita’ di collaborazione transfrontaliera, firmando i relativi accordi di cooperazione. Oltre ai programmi gia’ realizzati, il progetto Entrepart ha gettato le basi di un fruttuoso scambio di esperienze e di conoscenze attraverso la creazione di stabili canali di comunicazione tra i partners di progetto, allo scopo di proseguire l’esperienza avviata anche oltre l’orizzonte progettuale. I due progetti, con capofila la Cna provinciale di Ragusa, finanziati all’interno del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Tunisia, hanno fatto leva specifica sullo spirito dell’internazionalizzazione. Oggi era presente, infatti, Antonio Franceschini, responsabile internazionalizzazione della Cna nazionale, che ha parlato di un esempio molto positivo, esportabile anche in altre realta’ d’Italia, “perche’ soltanto attraverso la cooperazione – ha detto – potremo uscire fuori da questa situazione difficile che investe tutto il Paese”. (AGI)
.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...